#Morescophotowalk

Un'altro impegno in qualità di #ambassador2018, un nuovo appuntamento con i photowalk organizzati da Marche Tourism per #destinazionemarcheil #Morescophotowalk! 
Avvenuto domenica 3 settembre.


Moresco è uno dei "Borghi più belli d'italia"si trova in provincia di Fermo, ha una popolazione di 573 abitanti, fa parte del territorio della Valdaso, "Il giardino delle Marche" così chiamata questa zona , per via delle numerose attività che sorgono lungo il corso del fiume Aso, ci sono infatti frutteti, vigneti,orti, ecc...insomma è una delle più importanti aree produttive della regione, qui nasce il famosissimo "Maccheroncino di Campofilone IGP" ad esempio!
Oppure troverete i tipici salumi "nostrani" come il Ciasculo  dell'azienda Ciriaci (salumificiociriaci).
2 delle più famose eccellenze Marchigiane, che abbiamo potuto conoscere durante il photowalk.
La giornata si è svolta come al solito, per quello che riguarda questi incontri con #destinazionemarche: ore 9:00 ritrovo e registrazione per il photowalk, e subito una "dolce" sorpresa, il forno di Moresco ci ha gentilmente e squisitamente offerto la colazione con ciambelloni e maritozzi!
Il solito saluto e benvenuto delle autorità, e breve ma intensa introduzione alla storia del territorio della Sibilla , da parte del Prof. Cesare Catà che in pochi minuti ha letteralmente dato spettacolo! Ritmo incalzante, sprizza e divulga "sapere" con una verve coinvolgente, non a caso, cercando informazioni su di lui, quello che spesso leggerete sarà: "Menestrello dei nostri tempi" lo si potrebbe però definire con una miriade di aggettivi: Menestrello,appunto, ma anche; divulgatore filosofico, monologhista, scrittore, autore, insegnate, performer teatrale,  anche cabarettista, sono tutte parole che identificano Cesare Catà.


Moresco viene definito "Borgo" ma in realtà è un castello, è ancora presente l'intera cinta muraria eretta a difesa dell'incasato. Punto cruciale e oggi simbolo del paese è la Torre eptagonale. 


Anticamente punto di osservazione su l'intera Val d'Aso , alla quale successivamente negli anni fu applicata la merlatura ghibellina che vediamo ancora oggi , ma non è stata questa l'unica modifica strutturale che ha subito negli anni, se vi entrate oggi ad esempio troverete una scalinata più comoda che piano dopo piano vi porterà alla sommità dalla quale godrete di un bellissimo panorama sul borgo ai suoi piedi, sull'intera valle fino a scorgere "il volto della sibilla".


Inoltre salendo ad ogni piano troverete anche una piccola mostra


Proseguendo il nostro giro , in poco tempo siamo giunti nell'incasato, il nucleo storico è molto piccolo, ma le piccole vie che sfociano nella piazza, e le vedute sulla Val d'aso rendono la passeggiata più che piacevole!
In Piazza castello abbiamo potuto assaggiare, uno dei prodotti che forse più identifica la "marchigianità" (concedetemi il termine) il Ciasculo IGP dell'azienda salumificiociriaci
A farci da cornice la meravigliosa piazza , tra l'altro proprio il ciasculo in quei giorni la faceva da protagonista a Moresco, dato che era in corso la "Sagra del ciauscolo". 
Proprio per via della sagra, erano stati posizionati dei food truck davvero particolari, che ben si sposavano comunque a nostro avviso nella cornice di piazza ,  insieme al Palazzo comunale, e alla navata sinistra della chiesa di santa Maria in Castro  rimasta in piedi come unica testimonianza della stessa , e oggi usata come  portico dalla "Trattoria Conte Tebaldo" davano un' aria vintage all'intera piazza , sembrava di essere tornati indietro negli anni.

Tra l'altro nel loggiato è presente un' affresco di Vincenzo Pagani,  "Madonna con bambino"ditemi da che altra parte vi può capitare di mangiare e bere un buon bicchiere di Vino sotto un affresco del quattordicesimo secolo !!



Il sindaco Massimiliano Splendiani , ci ha poi gentilmente concesso di entrare nella sala consiliare comunale , dove è presente un'altra opera del Pagani , una pala d'altare.


Uscendo dalla piazza , passando per quella che era l'antica porta d'accesso alla città, posta sotto l'antica torre dell'orologio , abbiamo assistito alla lavorazione della pasta per la creazione dei Maccheroncini di Campofilone della ditta  lacampofilone.


Prima di concludere il nostro tour con una piccola degustazione di prodotti tipici, l'assessore ci ha eccezionalmente anticipato l'apertura della Torre dell'orologio, al cui interno era presente un "percorso del gusto".








Come detto poi, a termine del tour ci è stato offerto un aperitivo per concludere in bellezza la piacevole mattinata a Moresco.
La partecipazione al photowalk e la sua documentazione, ci vede anche partecipanti del suo contest fotografico, seguite quindi l'hastag #morescophotowalk
e seguiteci sui nostri social per continuare a vedere Moresco in ogni suo angolo.
Come al solito vi elenco i link per seguirci sui vari social!




Commenti

Posta un commento

Post più popolari